Thursday 8 November 2007

THE LONG ROAD

Ebbene si. Quando ho iniziato la strada mi sembrava lunghissima e non ne vedevo la fine. Ora la vedo. Ci sono arrivata. Mi sto laureando.
Onestamente dovrei essere felice. Eppure non sono felice come dovrei. Perchè so che se una strada è finita ora davanti a me se ne para un'altra, molto più lunga, accidentata e soprattutto nascosta dalla nebbia.
Che cosa mi aspetta dopo? Onestamente, le idee le ho: mi piacerebbe fare un lavoro che mi stimoli, che mi renda felice. All'inizio non sarà facile e probabilmente mi ritroverò a fare un lavoro che non solo non mi soddisferà ma nemmeno mi piacerà. Ma all fine fino a quando non avrò questo lavoro, non potrò saperlo.
So benissimo invece quello che non voglio diventare. Non voglio fare un lavoro solo per portare a casa soldi. Non voglio ritrovarmi a non vedere l'ora di andare a casa. Non voglio ritrovarmi insoddisfatta e con la forte sensazione che la mia vita non porti da nessuna parte. Ho conosciuto persone così, so benissimo come vivono, so benissimo quanto si attacchino in modo a volte violento agli altri al fine di scaricare la propria rabbia e delusione. Questa è l'ultima cosa che voglio.
Dovrò sudare? Lo farò. Dovrò sputare sangue? Sono pronta. Ma la mia vita deve andare dove dico io. Non credo nel destino. La vita non avrebbe senso se tutto fosse scritto...
Credo che sia un delirio più che sufficiente.
See ya

2 comments:

duhangst said...

In bocca la lupo Inis, sia per la laurea, ma soprattutto per quel che verrà dopo. Ti vedo bella determinata, c'è la farai:

pugliaboy said...

un grosso in bocca al lupo!