Friday 9 November 2007

VECCHI LAVORI (QUASI) DIMENTICATI

Ho sempre amato scrivere. E questa non è una novità, visto che l'ho ribadito parecchie volte sul blog. Ho iniziato a scrivere molto piccola. Credo che in totale io abbia scritto centinaia di racconti e una decina di "romanzi". La maggior parte di questi spariti per sempre. Distrutti nei mei (non rari) momenti di sconforto e di rabbia, oppure persi nei meandri del tempo, in scatoloni dimenticati e poi portati in discarica, in libri ammuffiti e ingialliti che sono diventati pasto per gli inceneritori. Molti, quindi, i "compagni di viaggio" persi durante questi anni, carte sulle quali ho veramente sudato molto, e pianto parecchio.
Parliamoci onestamente: la maggior parte di quei lavori erano infantili, immaturi, incompleti, pieni di difetti, luoghi comuni, errori. Forse qualche cosa di buono ce l'avevano, ma ben poco. Forse è meglio che siano veramente spariti, e che non tornino più alla vita, per lasciar spazio a qualcosa di meglio.
Ad ogni modo, molti di quegli obborbri non sono spariti del tutto, ma si erano solo "nascosti" in file inutilizzati da anni, in floppy disc impolverati e in cd rw di backup che non aggiorno da anni. In uno di questi ho trovato alcune opere che risalgono al mio passato (non poi tanto glorioso). Sinceramente, questo ritrovamento mi ha un pò commossa. Di alcuni ricordo ancora la trama, di altri l'ho scordata completamente e quello che rimane è un lavoro incompleto del quale non è possibile risalire all'originale cartaceo.
Ho trovato, spulciando tra questi file, i seguenti "romanzi":
- "Presenze": romanzetto adolescenziale scritto tra il 1995 e il 1996. Parlava di una ragazzina che andava a vivere in un castello piemontese dove si celava uno strano mistero e di cui la protagonista era vittima. Non è mai stato completato. Ho trovato solo i primi cinque capitoli che, tra l'altro, non spiegano molto della trama. Ad ogni modo, nonostante errori, imprecisioni, luoghi comuni tipici del romanzo dell'orrore di serie B, la storia non è scritta poi così male!
- "Innocence": questo è già più recente. Credo attorno al 1999/2000. Forse per via del passaggio da un millenio all'altro soffre del "millenniun bug" (battuta scandente :-D). Ad ogni modo, questo romanzo risente tantissimo del mio romanticismo dell'epoca, dei miei luoghi comuni ora (fortunatamente) morti e delle mie letture troppo commerciali (ma non per questo schifose, chiariamoci!). La trama è più o meno la seguente: è un racconto in prima persona di una donna anziana che racconta alla nipote di quando, ancora adolescente, fu coinvolta in una strana catena di omicidi di bambine e del suo amore per l'assistente di suo padre, investigatore privato. Il tutto infarcito di luoghi comuni che, al solo pensiero, mi mettono la pelle d'oca. Romanzo carino, forse, ma per chi ama i romanzetti.
- "Tobias Foster": ambientato in Inghilterra nell'800. Storia di un uomo che si vergogna di avere un figlio sordomuto (Tobias Foster appunto) e lo relega al mondo. La giovane seconda moglie è l'unica donna che gli presta un pò d'amore che gli è sempre stato negato. Si innamora di lui. Una cavolata semi-adolescenziale. Incompuito.
- "Adorando la luce maligna": questo è un giallo soprannaturale ambientato nell'Irlanda del settecento. Si tratta di strani omicidi di persone che hanno in comune una cosa: sono "colpevoli" del "reato" di adulterio (suona molto Seven! :-D). Mi pare che il titolo potrebbe anche riferirsi a qualcosa che ha a che vedere con il satanismo, ma il romanzo rimasto incompiuto, io non ricordo che cosa avevo in mente all'epoca e non saprei assolutamente dire come avevo deciso di concluderlo;
Beh, credo che sia tutto. I racconti, quelli che ho trovato, li ho pubblicati tutti sul blog e sembra abbiano ottenuto dei giudizi favorevoli. Cosa faccio? Pubblico anche queste cose? Qui si rischia la caduta morale del blog! :-S
Vabbé, credo che sia tutto, per oggi. E, per chi mi dice che sono troppo critica nei miei confronti, rispondo: non sono troppo critica, sono realista! :-D
See ya! :-)

3 comments:

duhangst said...

Io sarei un attimino curioso. Magari un giorno li pubblicherai e riuscirò a leggerli, buon fine settimana.

Shogun said...

Uao, le trame sono veramente interessanti, però peccato che siano tutti incompleti... Magari, prima di pubblocarli, potresti dare un finale. Sarei curioso di leggerli.

inis fail said...

@tutti: siete dei masochisti! :-D