Wednesday 27 December 2006

AIUTATEMI!

Aiutatemi! E chi sono io? La Signorina Cuori Solitari? Possibile che quando qualcuno ha bisogno di qualcosa, anche una cavolata, deve chiamare me?
Ma procediamo con ordine, o questo sfogo non avrebbe alcun senso logico.
Nove e un quarto del mattino. Suona il cellulare. Io, rincoglionita per la notte insonne, pensavo fosse il mio boyfriend. No! E' mia cugina. Non riesce ad installare icq. E pensare che doveva solo fare doppio clic sull'esecutivo. E via!
Dieci minuti dopo. Ancora il cellulare. E' ancora lei. I nervi cominciano leggermente a cedere. Adesso non riesce a loggarsi. Ovvio, se non avvii la connessione! Ma che grande cervello! Vabbè, le spiego che deve connettersi e finisce lì.
Ancora dieci minuti dopo. Ancora lei! Bestemmiando come uno scaricatore di porto turco, rispondo. Adesso non trova le sue amiche on-line. Hai il loro numero di icq?, domando. No, risponde. Il nick?, domando ancora io. No, è la sua risposta. E allora, o grande cervello d'oca, come pretendi di trovarle in quella rete inaccessibile che è il web? Provo con il nome! E brava Einstein! Così ne trovi la metà di mille e non sai dove sbattere la testa. Si risolve la situazione dicendo di scrivere una mail e buonanotte.
Poi è il turno di mio cugino. Proprio così. Il grande uomo virile ora piange come un putto perchè dopo una litigata inutile con la sua tipa, lei vuole prendersi "un periodo di pausa". E visto che la colpa è di entrambi, dopo una lunga telefonata di mezz'ora gli spiego che deve farsi avanti lui! Roba dell'altro mondo.
Questo pomeriggio ancora il telefono rovente. Io, con la febbre a 39°, la tosse come un cane idrofobo e il respiro corto, sonnecchio, in semi coma diabetico. Suona il cellulare. Un'allucinazione auditiva, penso io. Era meglio un'allucinazione auditiva: era ancora mio cugino. Ancora depressione e lacrime! E basta!!!!
Mi domando quando la gente imparerà a crescere. E a cavarsela da sola. E' un bel quesito. Lo porrò a qualche illustre filosofo. Per ora mi basta stare tranquilla e curare il mio problemino (che non so ancora cos'ho: forse chiamerò il dottor House).
Alla prossima

P.S. Per MaryLo: un grazie di tutto cuore per gli auguri di Natale. Mi hai commosso.

4 comments:

L'ingeggnere said...

Tu non mi devi giudicare così male: io soffro! ;-(

Francis [il mulo parlante] said...

beh, cos'è? !!!EVVIVA LA PRIVACY!!!

Francis [il mulo parlante] said...

per l'ingeggnere:
su con la vita! ...dopo la tempesta, vien sempre il sereno...
pensa positivo, che poi, il positivo verrà

fatalità said...

Ok, ammetto di essere stata imbranata! Adesso siamo pari! Potevi però essere meno bastarda! :-D