Sunday 10 June 2007

UNA POESIA CHE MI DESCRIVE....

A volte si leggono delle poesie o anche altri tipi di testi e si è come colpiti da un fulmine: infatti sembra che questa descriva proprio quello che senti di essere.
Io ho trovato una poesia di Thomas S. Eliot (per chi non sapesse chi diavolo sia codesto individuo, basta dare una letta qui). Comunque, questa poesia l'avevo già letta. Ma proprio per la sua natura, descrive proprio quello che mi sento io in questo momento: tutto e il contrario di tutto.
I am the Resurrection and the Life
I am the things that stay, and those that flow
I am the husband and the wife
And the victim and the sacrificial knife
I am the fire, and the butter also
Qualcuno potrebbe dire che non si capisce un cazzo ma Eliot era un modernista, e quindi non è alla portata di chiunque.
Forse tutto questo potrebbe sembrare da megalomane, ma basta fare un giro per i vari blog e vedere i tanti esempi di maestria nella megalomania!
See ya! :-)

P.S. Mi scuso ancora per aver messo una mia foto, ma non è certo un esempio di fascino, visto che è stata scattata con una misera webcam e poi poveramente arrangiata per sembrare il più possibile "umana" :-P

1 comment:

Ombre said...

Conosci "L'Avvelenata" di Guccini?
Ad un certo punto canta:

Io tutto, io niente, io stronzo ed io ubriacone,
io poeta, io buffone, io anarchico, io fascista
io ricco, io senza soldi, io radicale,
io diverso e io uguale, negro, ebreo, comunista,
io frocio, io perché canto so imbarcare
io falso, io vero, io genio e io cretino
io solo, qui, alle quattro del mattino,
l'angoscia e un po' di vino e voglia di bestemmiare.


Adatta al momento, no? ^.^"

P.S. Anche io ho quella maglietta! Parole di cotone, grande serie. Anche se preferisco di più quella di Edgar A. Poe e quella dei Cavalieri della Tavola Rotonda... le hai viste?